Il Presidente ha la legale rappresentanza del consorzio, è l'organo esecutivo dell'ente e detta gli indirizzi per l'organizzazione e la gestione complessiva del consorzio.

COMPETENZE:

In particolare il Presidente:

  1. presiede e convoca l'assemblea. Predispone l'ordine del giorno;
  2. cura le relazioni con l'esterno e rappresenta il consorzio in particolare nei rapporti con gli uffici dello Stato, della Regione, della provincia, della città metropolitana, dei comuni e con tutti gli altri enti pubblici e privati ed associazioni che vengono in relazione con il consorzio;
  3. detta gli indirizzi all'amministrazione consortile e vigila sull'osservanza delle norme di legge e di regolamento e dello statuto, ed è responsabile della predisposizione da parte della struttura amministrativa degli atti di competenza dell'assemblea;
  4. vigila sull'esecuzione delle deliberazioni degli organi consortili;
  5. promuove le azioni possessorie, i provvedimenti conservativi ed in genere tutti i ricorsi e le azioni aventi carattere d'urgenza;
  6. stipula convenzioni, protocolli e accordi di programma;
  7. emana il decreto di indizione delle elezioni;
  8. approva la lista degli aventi diritto al voto;
  9. nomina i componenti dei seggi elettorali e ne determina i relativi compensi;
  10. decreta di stare o resistere in giudizio davanti all'autorità giudiziaria ed a qualsiasi giurisdizione speciale, nonché sulle eventuali transazioni;
  11. predispone una proposta di deliberazione inerente i regolamenti e il piano di organizzazione variabile da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;
  12. predispone una proposta di deliberazione da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea inerente la costituzione di finanziamenti provvisori e la costituzione in pegno o cessione in garanzia di crediti, nonché l'assunzione di mutui per spese di investimento garantiti da delegazioni consortili. Nel caso di mutui di importo superiore a euro 300.000,00 da assumersi solo in casi eccezionali deve essere acquisito, oltre al parere del revisore dei conti, il preventivo parere vincolante della Giunta regionale. Il parere del revisore dei conti prevede la verifica di compatibilità con i mutui già in essere;
  13. propone all'Assemblea il programma triennale e l'elenco annuale dei contratti pubblici;
  14. approva il documento preliminare alla progettazione e i progetti preliminari;
  15. decreta sulle locazioni e conduzioni, nonché sulle concessioni in godimento temporaneo di beni;
  16. detta gli indirizzi, per il programma delle esigenze organiche del personale;
  17. approva i ruoli di contribuenza sulla base del piano di classifica e del bilancio preventivo economico approvati dall'Assemblea;
  18. propone all'Assemblea l'acquisto, la costituzione e l'alienazione di diritti reali immobiliari;
  19. decreta sulle opposizioni proposte avverso i propri atti;
  20. nomina il direttore secondo le modalità di cui all'articolo 21, comma, 1 della l.r. 79/2012, motivando in ordine ai criteri adottati in ordine alla sua individuazione e dando atto di tutte le manifestazioni d'interesse pervenute;
  21. revoca il direttore nel caso in cui lo stesso, nell'espletamento della funzione affidata, compia gravi irregolarità amministrative e contabili, sia inadempiente nell'attuazione del piano di bonifica, oppure svolga tale funzione in contrasto con gli indirizzi dettati dal Presidente per l'organizzazione e la gestione complessiva del consorzio;
  22. svolge ogni altra funzione a lui attribuita dalla legge, dallo statuto e dai regolamenti e che non sia espressamente attribuita alla competenza di altri organi consortili sempre che non ritenga di sottoporle all'esame dell'assemblea;
  23. predispone, allo scadere del proprio mandato, la relazione tecnico-economica e finanziaria sull'attività svolta da sottoporre all'assemblea per la sua approvazione;
  24. relaziona ogni sei mesi all'assemblea sul proprio operato;
  25. per motivi di urgenza relativi al verificarsi di calamità naturali, ove sia stata convocata l'assemblea e questa non si sia riunita nei tempi indicati, può adottare, previo parere del revisore dei conti, la variazione di bilancio unicamente relativa all'opera o intervento da realizzare. La variazione acquista efficacia solo dopo l'approvazione da parte dell'assemblea consortile ai sensi e con le modalità di cui all'articolo 20, comma 2 della l.r. 79/2012.

Ai sensi dell'art. 17 della L.R. 79 del 27.12.2012, il Presidente del Consorzio viene eletto dall'Assamblea, fra i propri membri.

IL PRESIDENTE IN CARICA

Nel corso della prima Assemblea consortile, convocata il giorno 16 maggio 2019, è stato confermato Presidente del Consorzio di Bonifica n. 3 Medio Valdarno Marco Bottino, nato a Firenze 28.03.1961.

PRESIDENTI CESSATI

Nel corso della prima Assemblea consortile, convocata il giorno 26 febbraio 2014, è stato eletto il Presidente del Consorzio di Bonifica n. 3 Medio Valdarno nella persona di Marco Bottino, nato a Firenze 28.03.1961.

Il Presidente del Consorzio può essere confermato una sola volta.

L'UFFICIO DI PRESIDENZA

Il Presidente del Consorzio svolge le proprie funzioni con il supporto dell'Ufficio di Presidenza, composto dal Presidente medesimo, dal Vicepresidente e da un membro eletto in seno all'assemblea.

Attualmente l'Assemblea consortile ha eletto il Vicepresidente nella persona di Adriano Borgioli ed il terzo componente dell' Ufficio di Presidenza nella persona del rappresentante del Comune di Prato.

Nel mandato 2014-2019 l'Ufficio di Presidenza è stato composto dal Vicepresidente Adriano Borgioli e dal rappresentante del Comune di Firenze.

In caso di assenza o di temporaneo impedimento, il Presidente viene sostituito dal Vicepresidente.